bird
bird

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE CULTURALE SENZA SCOPO DI LUCRO NON RICONOSCIUTA

Associazione Italiana Polonisti (AIP)

Il giorno 5 maggio 2012, a Roma, in via Nomentana 60 - 00161, si sono riuniti i sigg.:

Alessandro Amenta     
Marina Ciccarini
Luigi Marinelli
Paolo Morawski         

al fine di procedere alla costituzione di una Associazione Culturale senza scopo di Lucro non Riconosciuta.
Assume la Presidenza Marina Ciccarini che chiama a svolgere la funzione di Segretario Alessandro Amenta.
Il Presidente illustra ai presenti le ragioni alla base della volontà di dar vita ad un’Associazione senza scopo di lucro di Polonisti Italiani, ragioni condivise dai presenti i quali riconoscono la necessità di tutelare e diffondere la lingua e la cultura polacca in Italia, nonché di promuovere e diffondere le attività di ricerca scientifica inerenti la civiltà storico-politica, linguistica, artistica, culturale e letteraria polacca.
Per perseguire questo scopo essi intendono riunirsi in un'associazione culturale che ha come fine il promuovere e diffondere la conoscenza della cultura polacca, anche mediante la pubblicazione di rassegne di studi e di saggi, e l’attivazione di corsi, conferenze, convegni, congressi, ed ogni altra iniziativa ritenuta adatta allo scopo.
Al termine della presentazione delle motivazioni il Presidente dà lettura dello Statuto ed apre la discussione tra i presenti.

Terminata la discussione si decide quindi quanto segue:

- Con decorrenza di ogni effetto da oggi 5 maggio 2012 è costituita l'associazione denominata

Associazione Italiana Polonisti (AIP)
(d'ora in poi semplicemente Associazione);

- Il primo anno sociale avrà termine il 5 maggio 2013;
- La sede sociale è fissata provvisoriamente a Roma (RM) in via Nomentana 60;
- Il domicilio legale degli associati per ogni rapporto con l'Associazione è la sede sociale. La sede sociale potrà essere trasferita su decisione dell'Assemblea dei Soci a maggioranza semplice, come spiegato nello Statuto Sociale della Associazione allegato in calce al presente Atto Costitutivo.
- Regolano i rapporti fra gli associati le disposizioni del presente Atto Costitutivo, così come integrate dallo Statuto Sociale allegato in calce al presente Atto costitutivo;
- L'Associazione si propone di promuovere e diffondere la lingua e la cultura polacca in Italia.
Per il perseguimento di tale scopo, svolgerà attività informative, formative, di consulenza e di altro tipo, con particolare attenzione alla promozione delle attività di ricerca scientifica inerenti la civiltà politica, linguistica e letteraria polacca.
A tale scopo, l’Associazione potrà preparare e diffondere materiale informativo atto a stimolare l'avanzamento culturale in questo campo; pubblicare giornali periodici o libri a stampa o telematici; collaborare con mezzi mediatici; organizzare convegni, seminari, corsi e manifestazioni, anche internazionali, intesi come strumento di formazione e valorizzazione delle energie e potenzialità culturali in questo campo; partecipare come associazione a convegni, seminari, corsi e manifestazioni, anche internazionali, intesi come strumento di formazione e valorizzazione delle energie e potenzialità culturali in questo campo; stipulare convenzioni con enti pubblici o privati fornendo tutte le garanzie richieste per il raggiungimento dello scopo sociale; accedere, ove lo ritenga o sia necessario, a finanziamenti pubblici o privati fornendo tutte le garanzie che saranno richieste, al fine di raggiungere gli scopi sociali; esercitare, in via meramente marginale e senza scopi di lucro, attività di natura commerciale per autofinanziamento: in tal caso dovrà osservare le normative amministrative e fiscali vigenti.
- L'Associazione non ha scopo di lucro e deve considerarsi, ai fini fiscali, ente non commerciale. Si esclude l'esercizio di qualsiasi attività commerciale che non sia svolta in maniera marginale e comunque ausiliaria, secondaria o strumentale al perseguimento dello scopo istituzionale. Le attività di cui al comma precedente sono svolte dall'Associazione prevalentemente tramite prestazioni fornite dai propri aderenti.
- L'attività degli aderenti non può essere retribuita in alcun modo nemmeno da eventuali diretti beneficiari. Agli aderenti possono solo essere rimborsate dall'Associazione le spese effettivamente sostenute per l'attività prestata, previa documentazione ed entro limiti preventivamente stabiliti dall'Assemblea dei soci. Ogni forma di rapporto economico con l'Associazione, derivante da lavoro dipendente o autonomo, è incompatibile con la qualità di socio.
- Il patrimonio dell'Associazione è costituito da tutti i beni mobili ed immobili di proprietà della Associazione stessa, dalle quote versate dai Soci, da qualsiasi provento derivante dall'attività svolta dall'Associazione stessa.
- L'Associazione svolge la propria attività per il raggiungimento degli scopi istituzionali in totale autonomia finanziaria rispetto agli associati e ad ogni altro ente, persona fisica, persona giuridica o realtà istituzionale con i quali si trovi eventualmente a collaborare.
- L'Associazione è insindacabilmente apartitica.
- L'Associazione non pone nessuna restrizione di appartenenza politica, di colore, sesso, religione, censo ai propri associati, ed anzi rifiuta a priori ogni restrizione o distinzione basata su tali premesse.
-  In sede di costituzione dell’Associazione, e sino al 31 ottobre 2012, fanno parte del Consiglio Direttivo i soli Soci fondatori:

Alessandro Amenta
Marina Ciccarini
Luigi Marinelli
Paolo Morawski

Tutti attestano la mancanza di cause di incompatibilità ed accettano la carica. Tale carica durerà fino al 31 ottobre 2012, data oltre la quale si procederà all'elezione di un  nuovo Consiglio Direttivo, di un nuovo Presidente e di un nuovo Tesoriere.

-  Dal Consiglio Direttivo, all’unanimità, vengono eletti Presidente del Consiglio Direttivo Marina Ciccarini e Tesoriere Alessandro Amenta, che dureranno in carica fino alla data di cui al punto precedente.
- La presidente del Consiglio Direttivo viene autorizzata, qualora si rendesse necessario,   a   compiere   tutte   le   pratiche   necessarie   per   il   riconoscimento dell'Associazione presso le autorità competenti.
- L'Associazione si estinguerà se l'insieme dei Soci Fondatori più i Soci Ordinari si ridurrà a meno di tre. In caso di scioglimento dell'Associazione il patrimonio sociale verrà devoluto ad associazioni di volontariato o ad altre associazioni senza fini di lucro con fini analoghi, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.
- Per quanto riguarda gli aspetti organizzativi della vita dell'Associazione e delle attività svolte per raggiungere i fini istituzionali dell'Associazione stessa si rimanda allo Statuto Sociale della Associazione Culturale, concordato all'unanimità fra i Soci Fondatori ed allegato in calce al presente Atto Costitutivo.

Roma, 5 maggio 2012

bird
bird